TECHNOLOGY, INTERNET TRENDS, GAMING

Case in Bioedilizia: cosa sono e quanto costano

Case in Bioedilizia: cosa sono e quanto costano
I temi della sostenibilità e del risparmio energetico stanno diventando sempre più importanti ai fini di un impatto sempre meno “tossico” per il nostro pianeta. In questo senso, anche l’architettura degli spazi abitativi non può sottrarsi ad una gestione sempre più oculata e virtuosa. Ecco allora che la Bioedilizia diventa una risposta non solo auspicabile, ma necessaria. In questo articolo parliamo di Case in Bioedilizia, la piccola grande rivoluzione che ci aiuterà a cambiare il modo di approcciare alla costruzione degli edifici e al contesto in cui sono inseriti.

Case in Bioedilizia: la rivoluzione del costruire

La Bioedilizia è un approccio architettonico che mette al centro della progettazione, costruzione e gestione di un edificio, la sostenibilità ambientale. Questo prevede l’utilizzo di materiali naturali e tecniche di costruzione a basso impatto energetico ed ambientale, nel rispetto delle caratteristiche del territorio e della salute delle persone che abiteranno gli spazi.

I principi della Bioedilizia: le regole da rispettare

La Bioedilizia si rifà a 5 macro-principi: l’approccio integrato, il rispetto del territorio, la scelta di materiali ecologici, il risparmio energetico, il rispetto di comfort e salute delle persone.

Approccio Integrato: costruire casa in Bioedilizia significa lavorare di squadra. Ogni componente del team deve lavorare seguendo la stessa etica

Rispetto del territorio: è obbligatorio costruire le case in bioedilizia tenendo conto delle esigenze e variabili del territorio ospitante (illuminazione, tasso di umidità, vegetazione, temperatura)

Materiali Ecologici: per la costruzione è obbligatorio scegliere materiali naturali ed ecologici, smaltibili e garanti di un ambiente confortevole e salutare.

Risparmio energetico: uno dei capisaldi della bioedilizia! Ogni impianto deve utilizzare energie rinnovabili e deve essere progettato per consumare il meno possibile. In questo senso parliamo di pannelli fotovoltaici, il solare termico, il geotermico.

Comfort e salute: ogni casa deve poter garantire, dall’umidità alla temperatura, un vivere confortevole e soprattutto salutare.

Quanto costa una casa in bioedilizia

Il costo di una casa in bioedilizia varia dalla tipologia di costruzione che viene scelta. Una delle caratteristiche del costruire green infatti, è l’alta personalizzabilità delle strutture.

Casa green chiavi in mano: una casa di questo tipo è inclusiva di pavimenti, rivestimenti, sanitari, rubinetterie, porte e finestre, pitture e finiture. In questo caso il costo varia tra i 1400€ e i 1900€ al metro quadro

Casa con struttura al semifinito: una casa di questo tipo è una costruzione grezza con l’aggiunta di massetti, contropareti per gli impianti, rasatura pareti, parapetti per scale e balconi. In questo caso il costo varia tra i 1200€ e i 1700€ al metro quadro

Casa con struttura al grezzo avanzata: una casa di questo tipo è una costruzione grezza con l’aggiunta di cappotto intonacato, serramenti, bancali esterni ed interni, manto di copertura e lattonerie, eventuali canne fumarie. Il costo va dai 900€ ai 1250€ al metro quadro.

Casa con struttura al grezzo: una casa di questo tipo è la più economica, viene infatti fornita una costruzione con le sole pareti strutturali. Il costo va dai 400€ ai 550€ al metro quadro.

Quanto vale una casa in bioedilizia

Al netto dei costi appena analizzati, è importante sottolineare un aspetto molto interessante: una casa in bioedilizia, oltre ad essere rispettosa dell’ambiente e più salutare per le persone, non perderà mai il suo valore sul lungo periodo. A differenza di quanto succede invece, per case costruite in modo tradizionale.  Questo perchè risponde perfettamente a tutte le caratteristiche di risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento previste dalle nuove normative europee.

In conclusione, investire in una casa in bioedilizia dunque, non solo è importante per la salute del pianeta e di chi vi abita, ma è anche vantaggioso per il portafoglio 🙂