TECHNOLOGY, INTERNET TRENDS, GAMING

CEAP: il piano europeo per l’economia circolare

CEAP: il piano europeo per l’economia circolare

Cambiare il modo in cui produciamo e consumiamo fa parte del nuovo piano d’azione per l’economia circolare. L’interesse di Bruxelles per l’economia circolare è sempre più forte e apre la strada a un’economia più rispettosa nei confronti dell’ambiente. Per questo è stato creato un Piano d’azione per l’economia circolare (CEAP).

Il piano d’azione per l’economia circolare, è parte integrante del Green Deal europeo e pone il concetto di circolarità come la base per raggiungere l’obiettivo di neutralità climatica entro il 2050. Il piano si basa su una serie di specifiche misure relative all’intero ciclo di vita dei prodotti, si punta a una maggiore resistenza degli oggett e a un maggiore utilizzo delle materie prime riciclate.

Negli ultimi anni sono stati avviati già due i piani d’azione europei per l’economia circolare (nel 2015 e nel 2020), le cui misure hanno coperto l’intero ciclo di vita dei prodotti: dalla produzione e consumo fino alla gestione dei rifiuti. 

Basandosi sul lavoro svolto sull’economia circolare dal 2015, il CEAP II si concentra sui settori ad alta intensità di risorse in cui il potenziale di circolarità è elevato. L’obiettivo è quello di mantenere le risorse nei cicli economici il più a lungo possibile.  

Concentrarsi sui settori che utilizzano più risorse e dove il potenziale di circolarità è elevato è il primo grande obiettivo.

La Commissione proporrà una legislazione sulla politica dei prodotti sostenibili, per garantire che i prodotti immessi sul mercato dell’UE siano progettati per durare più a lungo, siano improntati al riutilizzo, siano riparabili e riciclabili. L’usa e getta sarà limitato, l’obsolescenza prematura scoraggiata e la distruzione dei beni durevoli invenduti vietata.

Possiamo notare come queste misure provino a ridare potere ai consumatori. Le persone avranno accesso a informazioni affidabili su questioni come la riparabilità e la durata dei prodotti e ciò li aiuterà a compiere scelte sostenibili dal punto di vista ambientale.