TECHNOLOGY, INTERNET TRENDS, GAMING

Viaggiare più leggeri per aiutare l’ambiente

Viaggiare più leggeri per aiutare l’ambiente

“Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. I realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati. È il virus del viaggio, malattia sostanzialmente incurabile” sosteneva Ryszard Kapuscinski. Tutti, o quasi, amano esplorare e conoscere nuovi posti, c’è chi preferisce rilassarsi al mare, chi fare trekking in montagna o starsene semplicemente immerso nel verde. Qualsiasi sia la meta è tempo di pensare a come uno stile di vita sostenibile possa essere applicato anche ai viaggi. Essere più sostenibili quando si tratta di andare in vacanza, può assumere varie forme.

Evitare di volare è difficile quando si tratta di scoprire posti lontani ma gli aerei inquinano molto. Ad esempio, un volo di andata e ritorno per New York produce più emissioni di carbonio a persona di quante ne facciano alcune persone nei paesi in via di sviluppo in un anno.

Meglio prediligere i viaggi “lenti”. Ad esempio i cammini (ce ne sono in tutto il mondo non solo quello di Compostela) o se non si può evitare meglio usare il treno e le biciclette.

Scegliere una sistemazione senza ricorrere a costose catene alberghiere non ti farà solo risparmiare dei soldi ma ti assicurerà che l’investimento andrà a persone che davvero ne hanno bisogno. 

Viaggiare meno ma viaggiare meglio. Prima riusciremo a entrare in quest’ottica meglio sarà per noi e per il pianeta. Rendi il tuo viaggio più significativo, vivi esperienze più profonde e che cambiano la vita rallentando i ritmi e i consumi.

Trascorrere più tempo nella natura aiuta a prendere consapevolezza su quanto sta succedendo. Apprezza i paesaggi che stiamo perdendo a causa del cambiamento climatico, della deforestazione o di altri fattori e lasciati ispirare per aiutare a conservare e proteggere quelle foreste, colline, coste, paludi.